WeToo

Protecting mental health: Empowering frontline workers and SGBV victims and survivors

La violenza sessuale e di genere si riferisce a qualsiasi atto perpetrato contro la volontà di una persona basato su norme di genere e relazioni di potere ineguali. Include violenza fisica, emotiva o psicologica e sessuale, negazione di risorse o accesso ai servizi. La violenza include minacce di violenza e coercizione. La violenza sessuale e di genere danneggia donne, ragazze, uomini e ragazzi ed è una grave violazione dei diritti umani. Le conseguenze della violenza di genere sono devastanti e possono avere ripercussioni per tutta la vita per le/i sopravvissute/i, compresi i problemi di salute mentale delle donne e delle ragazze.

I dati sulla violenza sessuale e di genere

delle donne in tutto il mondo ha subito violenza fisica e / o sessuale da parte del partner intimo o violenza sessuale da parte di un uomo nella propria vita.

Circa il

degli omicidi di donne è commesso da un partner maschio.

delle donne di età compresa tra 15 e 49 anni che hanno avuto una relazione dichiara di aver subito una qualche forma di violenza fisica e / o sessuale da parte del proprio partner

delle donne sfollate o rifugiate che vivono in crisi umanitarie e conflitti armati hanno subito violenze sessuali.

rischio maggiore:

Esistono bisogni speciali per le donne migranti e rifugiate che, in quanto gruppo altamente vulnerabile, affrontano in media un rischio maggiore del 30% di diventare vittime di forme di violenza sessuale e di genere

Il progetto WeToo

Il progetto WeToo ha l’obiettivo di consentire al personale in prima linea di gestire meglio lo stress generato dal lavoro con casi di violenza di genere e stabilire relazioni di fiducia con le sopravvissute a forme di violenza. Il progetto sosterrà anche le donne e le ragazze sopravvissute nel loro recupero dal trauma.

Cosa farà il progetto WeToo?

Svilupperà strumenti pratici e programmi

di formazione per valutare lo stress delle/degli operatrici/operatori in prima linea e identificare il disagio provocato sulla salute mentale da forme di violenza di genere sulle donne sopravvissute.

Fornirà linee guida e attività

di supporto psicosociale e rafforzamento al fine di facilitare il recupero dai traumi di donne italiane e straniere (considerando i bisogni specifici di donne migranti e rifugiate)

Promuoverà ambienti di lavoro più attenti

alle esigenze del personale in prima linea in termini di salute mentale.

I Partner di Progetto

KMOP - Social Action and Innovation Center è un'organizzazione senza scopo di lucro, con sede ad Atene, in Grecia, con oltre 40 anni di esperienza nei settori di: sviluppo sostenibile, crescita sociale, protezione dei diritti umani, inclusione sociale e ricerca politica.
Oxfam Italia Intercultura fa parte del gruppo Oxfam Italia. L'associazione è impegnata in programmi nazionali ed internazionali a sostegno delle persone più vulnerabili: migranti, rifugiati e persone a rischio di esclusione sociale.
OXFAM
Italia intercultura
INTEGRA e.V. è un'organizzazione di migranti con sede a Filderstadt in Germania. Da più di 20 anni INTEGRA lavora con migranti di origine turca, mediterranea, araba e africana e con i rifugiati che arrivano in Germania.
Integra
Germania
L’ONG Atina è stata fondata nel 2003 e negli ultimi 18 anni si è dedicata alla lotta alla tratta di esseri umani, alla violenza di genere e al sostegno delle vittime.
Atina
Serbia
Fondazione Associazione Animus, Bulgaria Animus Association Foundation fornisce servizi sia alle vittime della tratta di esseri umani che alle sopravvissute a violenza domestica dal 1994.
Animus Association Foundation
Bulgaria
“La Nara" Centro Antiviolenza è un servizio attivo dal 1997 e gestito da Alice Cooperativa Sociale di Prato
Alice
Italia